10 modi per iniziare una piacevole conversazione

  • Cena di lavoro con colleghi con i quali non hai molta confidenza.
  • Pranzo di Matrimonio in un tavolo in cui non conosci praticamente nessuno.
  • Serata in pizzeria per il compleanno di un amico in cui ti hanno messo a sedere vicino all’amico dell’amico dell’amico che non conoscevi ancora.

Sono tutte situazioni abbastanza imbarazzanti, in cui a volte non si sa come iniziare la conversazione.

Anzi, dipende: se sei estroverso, potresti trarre forza da queste situazioni, perché per gli introversi socializzare con sconosciuti è facile e piacevole; se sei un introverso potresti soltanto voler scappare il più presto possibile.

O magari, come la maggior parte di noi, sei a metà strada tra l’introversione e l’estroversione: in certi momenti potresti ricavare piacere da queste situazioni, in altri potresti fare fatica o trovarti in difficoltà e in imbarazzo.

In ogni caso, credo che avere qualche attrezzo pratico a disposizione per attaccar bottone con persone nuove, possa essere comodo per tutti. Te ne propongo 10.

1 – Cerca di ricordare il suo nome.

Quando ti presenti con qualcuno, cerca di ricordare il suo nome. Un metodo semplice per farlo è ripetere dentro di te il suo nome per cinque volte e ripeterlo subito ad alta voce, del tipo: “Ciao Gustavo, piacere di conoscerti”.

In altri due video ho parlato dell’importanza del nome e ho dato qualche suggerimento per ricordarsi più facilmente i nomi delle persone, dacci un’occhiata.

2 – Occhio agli argomenti da evitare.

Occhio agli argomenti da evitare quando parli con persone che non conosci bene: religione, politica, denaro, rapporti sentimentali, problemi familiari, problemi di salute.

Il motivo è semplice: si tratta infatti di argomenti molto delicati e con una forte carica emotiva, in cui si può cadere facilmente in situazioni di imbarazzo.

Evita inoltre di parlare di situazioni difficili della tua vita: in contesti informali e leggeri potresti creare inutili imbarazzi.

3 – Cerca di non fare commenti negativi.

Potrebbero rovinare l’atmosfera, portando un senso di gelo nella conversazione.
Evita anche il sarcasmo, anch’esso produce imbarazzo.

4 – Interessati all’altra persona.

Alle persone piace molto parlare di se stesse e raccontare qualcosa di sé, qualunque cosa… se non altro perché è un argomento che conoscono abbastanza bene 🙂

Puoi chiederle da dove viene e dove è cresciuta, specialmente se dall’accento o da altri elementi ti accorgi che non è delle tue parti.
Ma anche se fosse della tua città, magari è di un altro quartiere.
E se fosse del tuo quartiere? In quel caso sarà ancora più facile fare riferimento a persone o a luoghi tipici della vostra infanzia che anche lei conoscerà benissimo, e allora diventerà piacevole parlarne insieme.

5 – Chiedi all’altra persona qualcosa riguardo ai suoi hobby.

Molto meglio parlare di hobby che di lavoro, perché sono molti quelli che non amano il proprio lavoro né parlarne nel tempo libero. Se invece intuisci che alla persona che hai di fronte il lavoro piace molto, allora fai domande anche su quello.

Ecco alcuni argomenti su cui sarà facile far nascere una conversazione piacevole:

  • Pratichi o segui sport?
  • Ti piace leggere?
  • Cosa fai nel tempo libero?
  • Qual è la tua musica preferita? A tutti piace la musica!
  • E il genere di film preferito? E la serie tv preferita?

Se tra le risposte ci sarà qualcosa che vi accomuna, diventerà ancora più facile proseguire il discorso su quell’argomento… attento soltanto a non esagerare con il rischio di parlare per due ore e mezza di Breaking Bad o di tiro con l’arco.

6 – I viaggi.

Un altro argomento che merita una menzione a parte sono i viaggi, anche perché ad essi sono associate emozioni e ricordi positivi. A molti piace viaggiare, e chi ha fatto anche soltanto un viaggio, avrà qualcosa di piacevole da raccontare, qualche disavventura o qualche aneddoto simpatico.

E se qualcuno non ha mai potuto viaggiare?
Puoi sempre chiedere: “E se avessi la possibilità di cambiare città o di fare un viaggio, dove ti potrebbe andare?”
Per poi proseguire con il chiedere il motivo della risposta.

7 – Il cibo.

Anche il cibo è un argomento molto leggero e facile per un approccio iniziale, senza entrare in merito a diete, per non creare creare imbarazzo.

E anche qui le domande si sprecano:

  • Il tuo piatto preferito?
  • La cosa che cucini più volentieri?
  • Il tuo locale preferito?
  • Il dolce che preferisci?

8 – Per quale motivo siete entrambi lì?

Può essere simpatico fare domande per scoprire il motivo per cui vi trovate nello stesso posto: “Chi conosci? Come sei stato coinvolto in questo evento? Come hai conosciuto il padrone di casa o chi vi ha invitati?”

Puoi anche chiedere se c’è qualche storia divertente di quando si sono conosciuti o di quando erano più giovani: tutti amano parlare dei bei ricordi passati. Se viene l’occasione, fai lo stesso anche tu e parla di tue esperienze piacevoli con le persone che conoscete entrambi.

9 – Non essere troppo lungo.

Quando è il tuo turno, cerca di non essere troppo lungo: monopolizzare la conversazione parlando troppo può risultare pesante.

Se ci pensi, forse hai presente anche tu qualche persona con la quale preferiresti non trovarti da solo in una stanza: le classiche persone che quando iniziano a parlare non la smettono più.

Come dice la Regola d’Oro: “Non fare agli altri ciò che non vuoi che sia fatto a te”.

10 – Non avere paura dei silenzi.

Non voler riempire ogni momento di vuoto: anche i silenzi possono essere utili per riflettere su ciò di cui si è appena parlato e poi continuare, oltre a dare la possibilità di riposarsi un attimo.

Buona conversazione! 😉

Vuoi rimanere in contatto e non perdere le novità?
Iscriviti: ogni lunedì riceverai un nuovo video per migliorare la tua comunicazione.