C’è un bambino in ognuno di noi: una tecnica per generare empatia verso gli altri

Bronnie Ware, Vorrei averlo fatto: un libro meraviglioso!

Bronnie Ware è una donna australiana tutta particolare, se leggerete il libro capirete cosa intendo 🙂

Per un periodo della vita Bronnie ha lavorato come badante di persone moribonde. Ha racchiuso la sua toccante esperienza in questo libro tutto da divorare: profondo, commovente, struggente. Centro del libro sono i cinque rimpianti più grandi che avremo quando ci troveremo al tramonto della nostra vita.

Tra un paziente e l’altro, Bronnie ha fatto anche lavori diversi. Una volta fu proposto di lavorare in un centro prenatale, e Bronnie racconta con grande stupore la sensazione di trovarsi ad assistere all’inizio del ciclo della vita, dopo aver accudito tanti ammalati che di quel ciclo erano arrivati alla conclusioni.

E così nacque in lei un pensiero particolare: pensare ai suoi clienti anziani come i bambini che erano stati. Vedere quelle giovani mamme, piene di speranze per i loro bambini appena nati, le fece pensare che anche i suoi clienti erano stati bambini, vulnerabili e bisognosi di cure e di attenzioni proprio come tutti i neonati.

E così iniziò a pensare a tutte le persone intorno a sé come neonati e bambini. Pensò a quello che erano da piccoli, quando la vita ancora non li aveva feriti, fatti soffrire e magari chiudere in se stessi. E allora comprese che ogni persona ha una bontà primordiale nel cuore, e che ogni persona ha bisogno di qualcuno che lo comprenda e lo protegga con amore, proprio come tutti noi.

E ognuna delle persone intorno a noi, un giorno, di fronte alla morte, arriverà a capire i suoi errori, e acquisirà quella saggezza che i suoi clienti ora le stavano mostrando con tanta profondità.

Avrai capito dove voglio andare a parare; ecco la mia proposta: da oggi, chiunque incontri, pensa al bambino che è stato. Immagina ciò che può aver vissuto. Considera ciò che può aver sofferto.

In fondo, siamo stati tutti piccoli bambini bisognosi di amore. Forse siamo tutti bambini feriti. Abbiamo tutti bisogno di amore.