Idea Regalo per Natale (a costo zero!): L’attestato di gratitudine

Mancano pochissimi giorni a Natale e penso che ormai con i regali vi siate già organizzati… a meno che non siate come Elio e le storie tese che provava “a non ridursi all’ultimissimo momento, 24 sera, 19,29 quando il negoziante sta chiudendo…”

Ma anche se siete di quelli ossessivo-compulsivi super precisi che invece al 1 dicembre hanno già:

  • studiato
  • comprato
  • impacchettato
  • ed etichettato

ogni singolo regalo, quest’anno potete anche aggiungere questo regalo simpaticissimo e molto di effetto: di effetto per chi lo riceve, ma di effetto anche per voi se lo farete. E in più, si tratta di un regalo a costo zero!

Avete presente quando da bambini chiedevamo una cosa, l’ottenevamo, e poi un adulto ci diceva:

– Come si dice?

La nostra risposta era un pochino meccanica e poco sentita: “Grazie…”

Chissà quante volte anche noi abbiamo invitato i nostri figli o altri bambini a fare lo stesso. Ma noi, siamo capaci di dire grazie?

In un video di qualche settimana fa vi parlavo di 5 importanti benefici della gratitudine.

Oggi vorrei suggerirvi un’esercizio a sfondo gratitudine, che può diventare anche un regalo rivolto agli altri.

L’esercizio me l’ha suggerito un video molto toccante in cui sono incappato qualche giorno fa: ad alcune persone è stato chiesto di scrivere una lettera rivolta ad una persona che ha avuto un grande impatto sulla loro vita, che gli ha trasmesso qualcosa di importante.

Ma le persone sono state veramente sorprese quando lo sperimentatore ha detto loro che doveva tirare su il telefono, chiamare quella persona e leggergli la lettera.

È molto emozionante vedere e sentire le reazioni a quella telefonata; le reazioni delle persone che la ricevono, ma anche la commozione e la felicità di chi ha scritto la lettera e la legge a voce alta al destinatario.

Avrai capito l’esercizio che oggi voglio suggerirti: prendi un foglio, e scrivi poche righe in cui ringrazi una persona che è stata importante per te.

Però non scrivere soltanto e semplicemente grazie, scrivi anche qualche motivo concreto e preciso per cui la ringrazi, se riesci, inserendo magari anche il ricordo di un episodio in cui quella persona ti ha dato tanto e ti ha fatto capire quanto importante sia per te.

Poi chiama quella persona, dille che vuoi vederla, e quando vi vedrete, leggile a voce alta ciò che le hai scritto.

Se non riuscite a vedervi, chiamala e leggile per telefono ciò che hai scritto.

Sarà molto bello gustarti la sua reazione; ma sono sicurissimo che rimarrai piacevolmente sorpreso accorgendoti anche del profondo benessere e serenità che il farlo produrrà dentro di te.

In un video dell’anno scorso, immaginavo che in Paradiso avremo finalmente la possibilità di ringraziarci l’un l’altro per tutto ciò che ci siamo donati in questa vita.

Ma perché dobbiamo aspettare il Paradiso? Perché non facciamo già ora qualcosa che ci farà già sentire in Paradiso? 🙂